News in evidenza

Attività rumorosa temporanea

Sono da considerarsi attività rumorose a carattere temporaneo quelle esercitate presso pubblici esercizi o circoli privati a supporto dell’attività principale licenziata (quali ad es. : piano-bar, serate musicali, ecc. ), allorquando non superino complessivamente 30 giornate nell’arco di un anno.

Per manifestazioni, spettacoli, eventi a carattere temporaneo dovrà essere trasmessa via PEC all’indirizzo suap.montemurlo@postacert.toscana.it una specifica Comunicazione, almeno 10 giorni prima dell’inizio dell’attività, ove si dichiari il rispetto del limite di emissione di 70 dB (A) di livello massimo dalle ore 10:00 alle 22:00 e di 60 dB (A) dalle 22 :00 alle 24:00 +

Modello Comunicazione attività rumorosa

Regolamento di attuazione del piano di classificazione acustica

Linee guida per la riapertura

Sono uscite le Linee guida per la riapertura delle attività a seguito del decreto legge n. 52 del 22 aprile 2021, predisposte dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

Si invitano tutti gli interessati a prenderne visione:

Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali

NUOVO BANDO DI CONTRIBUTO PER LE IMPRESE

Con Determinazione del Responsabile Area Programmazione e assetto del territorio n. 224 del 30/4/2021 è stato approvato il BANDO PER L’ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER ALCUNE CATEGORIE DI IMPRESE OPERANTI SUL TERRITORIO.

Il bando ha la finalità di favorire e sostenere la ripresa di varie tipologie di attività operanti sul territorio del Comune di Montemurlo che hanno subito gli effetti negativi delle restrizioni imposte durante il lockdown disposto per contrastare le diffusione del contagio da Covid19.

Sono ammesse al contributo a fondo perduto le imprese con sede operativa nel territorio del Comune di Montemurlo, che abbiano i requisiti previsti nel bando.

La domanda per il contributo può essere presentata a partire dalle ore 00:00 del giorno 01/05/2021 esclusivamente via pec all’indirizzo di posta certificata comune.montemurlo@postacert.toscana.it

I contributi saranno erogati, secondo l’ordine di arrivo, fino a esaurimento delle risorse; le istanze saranno comunque accolte fino alle ore 24:00 del 31/05/2021.

Si invita a prendere visione degli atti:

Decreto Riaperture

Sono in vigore da oggi 26 aprile 2021 le nuove misure contenute nel Decreto-legge n. 52 del 22/4/2021 e sintetizzate nella scheda predisposta dal Governo.

In particolare, queste le misure per la ZONA GIALLA:

RISTORAZIONE
Tutte le attività di somministrazione di alimenti e bevande possono restare aperte dalle 05.00 alle 22.00. E’ possibile consumare soltanto nei tavoli all’aperto, che dovranno essere disposti a distanza di almeno un metro e prevedere un numero massimo di 4 sedute (tranne per i conviventi).
Il servizio al banco è consentito laddove sia possibile la consumazione all’aperto.
Restano consentiti l’Asporto e la Consegna a domicilio.
Per chi ha il codice 56.30 l’asporto è consentito soltanto fino alle 18.00.
SPETTACOLI APERTI AL PUBBLICO
Ripartono le attività di sale di pubblico spettacolo, cinema e teatri, purché ci sia la prenotazione preventiva, le sedute siano disposte (per i non conviventi) a distanza di almeno un metro e con capienza massima del 50%. La capienza non dovrà comunque superare i 500 spettatori per gli spettacoli al chiuso e 1.000 spettatori per gli spettacoli all’aperto.
Le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati restano sospese.
PISCINE, PALESTRE E SPORT di SQUADRA
E’ consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva, anche di contatto. E’ comunque interdetto l’uso degli spogliatoi.
Dal 15 maggio riaprono le piscine all’aperto.
Dal 1° giugno riaprono le palestre.
FIERE E CONGRESSI
Dal 15 giugno riaprono le fiere.
Dal 1° luglio sono consentiti convegni e congressi.
PARCHI TEMATICI E DI DIVERTIMENTO
Dal 1° luglio possono riaprire i parchi tematici e di divertimento.
MANIFESTAZIONI SPORTIVE
Dal 1° giugno sono aperte al pubblico manifestazioni ed eventi sportivi di livello agonistico riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimenti del Coni e del Comitato paralimpico.
La capienza massima consentita sarà del 25% e comunque non superiore a 1.000 spettatori per gli impianti all’aperto e 500 al chiuso.

Zona rossa: misure per le attività

L’Ordinanza regionale n. 20 del 13 marzo 2021 ha disposto che in tutti i Comuni della provincia di Prato sono adottate, a decorrere da lunedì 15 marzo 2021 fino a domenica 21 marzo compresa, le misure previste
dal Capo V (Misure di contenimento del contagio che si applicano in Zona rossa) del DPCM 2 marzo 2021.

Attività commerciali

Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 23, sia negli esercizi di vicinato sia nelle medie e grandi strutture di vendita, anche ricompresi nei centri commerciali, purché sia consentito l’accesso alle sole predette attività e ferme restando le chiusure nei giorni festivi e prefestivi.

Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici.

Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie.

Attività dei servizi di ristorazione

Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), a esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, consentiti a condizione che vengano rispettati i protocolli o le linee guida diretti a prevenire o contenere il contagio.

Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 22:00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dal codice Ateco 56.3 (Bar e altri esercizi simili senza cucina) l’asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18:00.

Attività inerenti servizi alla persona

Sono sospese le attività inerenti servizi alla persona, diverse da quelle individuate nell’allegato 24.

I codici Ateco corrispondenti alle attività sospese sono visibili al link https://ateco.infocamere.it/ateq20/#!/home

Aggiornamenti Normativi

STRUTTURE RICETTIVE: entro 31/03/2019 obbligo di adeguarsi al Regolamento

L’art. 64 comma 4 DPGR 47/R/2018 (Regolamento di attuazione della Legge Regionale 86/2016 – Testo Unico Turismo) impone alle strutture ricettive esistenti all’11/08/2018 di adeguarsi alle disposizioni del regolamento entro il 31/03/2019, salvo i casi di comprovata impossibilità tecnica. Ulteriori info nelle pagine dedicate

Strutture di accoglienza sociali e socio sanitarie

Approvata con decreto regionale n. 19880 del 12.12.2018 la modulistica relativa alle strutture di accoglienza sociali e socio sanitarie:  soggette a comunicazione (art. 22 DPGR 9.1.2018, n.2/R)  e soggette ad autorizzazione (art. 21 DPGR 9.1.2018, n.2/R).  Aggiornati i relativi codici attività in STAR.

Nuovo “Codice del Commercio” L.R. 62 del 23/11/2018

In vigore dal 13.12.2018 la L.R. 62 del 23.11.2018 “Codice del Commercio”. Testo Unico in materia di commercio in sede fissa e su aree pubbliche, somministrazione di alimenti e bevande,vendita di stampa quotidiana e periodica,distribuzione di carburanti e attività fieristico-espositiva

legge_R.T_62_2018_Codice_Commercio

Nuova Pratica